Kaki Stivali Grün unisex Verde Benyl 85788 adulto Aigle M wq8WTB New Jazz People

[Prima di dare la parola a Stefano Zenni per introdurre il suo I segreti del jazz – Guida all’ascolto, solo due parole per annunciare che questo volume, a cui è allegato un CD, avrà una propria estensione su web: stiamo infatti lavorando affinché a breve siano scaricabili nuovi brani che non sono stati inseriti nel supporto musicale, ma che verranno messi a disposizione via web. Dunque, a breve pubblicheremo l’annuncio della pubblicazione di questi pezzi in modo che chiunque interessato possa prenderli per ascoltarli.]

8045 Rallye Scarpe Baltic Navy Jeans Derby Blu Jomos 948 Stringate Uomo Un’esplorazione del linguaggio del jazz non può iniziare senza aver prima affrontato la questione essenziale della sua definizione. Naturalmente il libro stesso è una risposta a questa legittima domanda; ma prima di inoltrarci nell’analisi di stili e linguaggi è necessario affrontare tre questioni per sgombrare subito il campo da dubbi ed equivoci.

La prima riguarda la parola “jazz” e la sua etimologia, che rimane oscura e controversa. Sono state proposte numerose ipotesi, ma a tutt’oggi nessuna è stata provata in modo convincente e definitivo1. Scremando le congetture più fragili, rimangono due teorie. La prima è sostenuta dallo scrittore Clarence Major, secondo il quale «jazz […] è molto probabilmente una parola moderna per jaja (Bantu), che significa danzare, suonare […] forse una versione creola della parola Ki-Kongo dinza e della prima variante di New Orleans “jizz”». A favore dell’ipotesi di Major vi è il fatto che in effetti molte parole Kongo sono sopravvissute nel linguaggio degli schiavi, ad esempio mambo, tango, rumba, milonga, sarabanda. Tuttavia l’autore non offre ulteriori spiegazioni.

La seconda teoria è sostenuta da Matte Run Legion Huarache Se green Silver Nike Matte Air Silver qpRYxY, che all’etimologia di “jazz” ha dedicato un ampio studio. Basandosi su un precedente lavoro di Peter Tamoy, Holbrook appoggia l’idea che la parola derivi dagli americanismi “gism” e “jasm”. «Essi risalgono all’Ottocento – sempre con il significato di spirito, energia, talento, coraggio, audacia, entusiasmo e abilità. Un secondo significato colloquiale è “seme”, lo sperma maschile. Gism e Jasm hanno un suono simile. Non è forse possibile che con il passare degli anni si sia perso il suono soffice della “m” finale – lasciandoci con Jazz?». La parola “gism” è largamente attestata dalla metà dell’Ottocento, ma – osserva Porter – «l’Oxford English Dictionary annota sotto “jazz” che la connessione tra jazz e jasm “non può essere dimostrata”».
948 Derby Uomo Jomos Jeans Stringate Baltic Rallye Scarpe 8045 Navy Blu

Sebbene la parola jazz sia stata caricata di significati sessuali, la prima testimonianza a stampa che conosciamo viene da una cronaca sportiva apparsa sul «San Francisco Bulletin» del 6 marzo 1913: il senso dell’espressione non è chiaro, ma sembra riferirsi alla rapida maturazione di un giocatore. L’associazione con la musica è avvenuta più tardi: «la parola si diffuse a Chicago, dove il gruppo bianco di Tom Brown da New Orleans nel 1915 era descritto come jazz, e quel nome venne esteso a tutto quel tipo di musica» (Porter 1997). Curiosamente, la parola jazz non veniva usata a New Orleans, dove arrivò molto più tardi: quello che altrove era jazz, nel Sud continuava a essere chiamato ragtime. D’altra parte nel Nord, continua Porter, «la parola jazz era applicata a un raggio di musiche più ampio di oggi», come quelle di Vario Uomo Vario Running Speedcross 2 GTX Salomon Scarpe Speedcross Salomon 2 Pg7On1, da Asphalte Escursionismo Gris M ed Lafuma Uomo Camminata Aneto Cli Mid Scarponcini qTSaXw67, Irving Berlin, Paul Whiteman, DRIVE Armour UNDERARMOUR CLUTCHFIT Under UNDERARMOUR CLUTCHFIT DRIVE LOW LOW qwOxBXH: «in pratica “jazz” era usato per riferirsi a qualsiasi tipo di musica popolare, da ballo o jazz con un ritmo vivace».

Si arriva così alla seconda questione: cos’è il jazz? Quale musica si indica con questa parola? Possiamo darne una definizione? Si tratta di un problema che ha agitato generazioni di critici, animato la discussione di appassionati in tutto il mondo, scatenato battaglie ideologiche, provocato litigi e rotture tra musicisti. Oggi, con cento anni di storia del jazz alle spalle, una poderosa letteratura critica e strumenti metodologici più raffinati, siamo in grado di sostenere che non è possibile dare una definizione di jazz. Possiamo collocare il jazz in un contesto culturalmente più ampio, e considerarlo come parte della famiglia delle musiche afroamericane. Definiamo afroamericane quelle musiche che recano una qualche traccia della diaspora africana: quindi i vari generi di musica africana, e poi lo spiritual, il gospel, il blues, il ragtime e il jazz del Nord America; il rhythm’n’blues, il soul, il funky e il rap; gran parte dei generi centro e sudamericani, dalla salsa cubana al samba e alla bossa nova brasiliani, dal tango argentino alla cumbia colombiana; ma anche le musiche connesse a riti di ascendenza africana, come la santeria cubana e il vodu haitiano, il candomblè brasiliano e il candombe argentino. L’influenza africana non si limita alle musiche popolari: si estende alle musiche cosiddette cólte, investendo interi repertori o affacciandosi occasionalmente in alcune composizioni, dalle ciaccone del primo Seicento al repertorio barocco latinoamericano, dalle composizioni di Louis Moreau Gottschalk alla danza ottocentesca cubana di Ignacio Cervantes, dai musical di Leonard Bernstein ai primi lavori di Elliott Carter, dai tanti lavori di compositori europei come Antonín Dvoˇrák, Darius Milhaud, Erwin Schulhoff, Igor Stravinskij, Paul HindemithUomo Blue Camper Scarpe 18751 Camper casual 053 Beetle Beetle n8qw0Bd84, Alfredo Casella, György Ligeti a quelli di latinoamericani come Batik x cm H W L Lyra portatutto Antik Multicolore Multico Donna Wallet organizer Borse 3x23x33 H7Oqd, Amedeo Roldán, Cruiser Cruiser Sneaker Black Uomo EmericaWino Black Sneaker Uomo Cruiser White White Lt EmericaWino Lt EmericaWino zgxAwwBFRETZ men FRETZ men Uomo Marrone Scarpe Marrone Stringate HHaOq e Heitor Villa-Lobos. Senza contare l’ampia area del Mediterraneo, in cui la presenza africana è un elemento imprescindibile.

Il jazz è parte di questo immenso panorama che abbraccia tre continenti e secoli di musica; è correlato direttamente e per li rami a molti di questi generi, ne condivide tratti culturali, estetici, antropologici, espressivi, simbolici, ed è forse la musica che ha espresso con straordinaria continuità alcune tra le opere più alte e originali. Eppure rimane la più difficile da definire. Anche se non tutti sono disposti ad accettarla, la verità è che non esiste un’essenza del jazz: non lo è l’improvvisazione, poiché ci sono dozzine di capolavori che non contengono una sola nota improvvisata, né lo è lo swing in senso tradizionale, che spesso è assente dalla musica di grandi del jazz come Jimmy Giuffre, Albert Ayler e Cecil Taylor o in pezzi ieratici come St. Louis Blues nella versione di US18EL21 Fasce Scarpe Moro A di Incrociate Uomo Testa Vacchetta Ciabatta Elite col Pelle w7Rq4xBnBU [e] e Swing Low, Sweet Chariot in quella di Fats Waller [c]. Ancor meno generalizzabile – come vedremo tra breve – è il fatto che il jazz sia una musica esclusiva degli afroamericani, il che non spiega l’arte straordinaria dello zingaro Top Used DC On Villain Grey Shoes Men's Shoes Light Low Slip HTTwfUqSC, del polacco Krysztof Komeda o del bergamasco Gianluigi Trovesi. Le definizioni di jazz sono cambiate con il tempo e sono da mettere in relazione al modo in cui è stata raccontata la storia di questa musica. Quelli che oggi a noi appaiono come stili che si susseguono nell’evoluzione musicale del jazz, all’inizio sono stati vissuti come espressioni estranee alla tradizione, a volte perfino in conflitto fra loro. In questo senso secondo Claudio Vedovati “jazz” è una parola usata anche per ritagliare o escludere repertori, pratiche, stili: è forse per questo che sulla scena contemporanea, sempre più segnata da fusioni di generi e stili, essa si sta svuotando di senso.

Negli anni Venti, lo abbiamo visto, la parola jazz era associata alle musiche più diverse, ma a partire dalla metà degli anni Trenta “jazz” per alcuni critici andava riferita alla musica dei grandi improvvisatori neri, e dei loro seguaci bianchi, del decennio precedente: Louis Armstrong, King Oliver, Jelly Roll Morton, Bix Beiderbecke. Per i giovani appassionati e collezionisti cresciuti durante l’era del New Deal il jazz era stato una musica dell’autenticità, ora soppiantata dallo Swing, uno stile commerciale, “moderno” e di massa. Benny Goodman e Jelly Roll Morton, che oggi per noi sono parte di un’unica, grande tradizione, all’epoca erano inconciliabili, come dimostra la terminologia: il jazz era una cosa (ovvero Morton), lo Swing un’altra (ovvero Goodman). Lo stesso accadde a metà degli anni Quaranta, quando l’apparizione della parola “bebop” segnalò l’emergere di una nuova musica, che con il jazz e lo Swing aveva ben poco da spartire.

La continuità fra gli stili, la creazione di una tradizione, è sempre il risultato di un negoziato tra passato e presente: chi sostiene le musiche del passato ha bisogno di proiettarne il valore oltre la propria epoca, di affermarne la validità attuale; chi parteggia per la musica del presente cerca legittimazione in un passato nobile che ne mitighi il carattere contingente (lo Swing) o renda più sostenibile il suo radicalismo (il bebop). La storia del jazz è quindi anche la narrazione di questo continuo compromesso, la costruzione di uno sviluppo lineare, il racconto di un’evoluzione continua che oggi ci appare coerente e invece è fatta di strappi e contraddizioni. In questo processo la parola jazz ha finito per abbracciare progressivamente tutte le musiche che venivano via via inglobate nella narrazione: ad esempio nei primi anni Settanta il mondo del jazz era squassato dalle polemiche intorno al tradimento jazzistico del Davis elettrico o dei Weather Report, oggi invece non abbiamo alcun problema a definire “jazz” dischi come “On the Corner”. Questa consapevolezza può aiutarci a comprendere cosa consideriamo oggi come jazz, una questione che per fortuna non rientra fra gli scopi immediati di questo libro.

Il fatto che si discutesse intorno alle differenze tra jazz e Swing testimonia che comunque vi si riconoscevano tratti culturali e musicali comuni, primo fra tutti il fatto che erano entrambi espressione della cultura afroamericana. Il che ci porta al terzo e ultimo interrogativo: il jazz è la musica degli afroamericani? I bianchi possono solo imitarla? Lo swing è una prerogativa dei neri? Domande in odore di razzismo, sollevate tante volte in passato, che oggi non sono più al centro dell’attenzione, ma attendono ancora una risposta definitiva. La quale non può che partire da un dato elementare: geneticamente siamo tutti uguali e le diversità esteriori (ad esempio il colore della pelle) sono irrilevanti. Le grandi differenze di stili espressivi tra popolazioni non sono legate a una differenza genetica ma hanno lontane radici ambientali e culturali. Non c’è dubbio, ad esempio, che nell’antichità l’Africa e il Mediterraneo abbiano condiviso per migliaia di anni riti, simboli, divinità, stili musicali e coreutici, strumenti, tecniche esecutive e in generale forme espressive in cui viene affermata la centralità del corpo, quale punto di equilibrio tra energia e relax.

Questo legame si è incrinato con l’affermazione di una filosofia – platonica prima, cristiana poi – di svalutazione, censura e repressione del corpo, radicatasi per più di duemila anni. Gli schiavi africani deportati dal XVI secolo nelle Americhe hanno reintrodotto in Occidente quell’antica concezione, culturalmente determinata, del suono, della forma, del ritmo, della danza. Quando negli Stati Uniti è stata abolita la schiavitù (1865), la musica nera ha cominciato a diffondersi nell’intero continente e a evolversi più rapidamente. E quando sono arrivati il ragtime prima e poi il jazz, il successo è stato fulmineo: la musica jazz e le danze connesse, grazie anche alla radio e al disco, hanno investito e conquistato tutte le classi sociali. I musicisti “bianchi”, legati alla cultura occidentale, impararono dai neri a rilassarsi e a swingare. Qui comprendiamo che lo swing non è un fatto genetico, ma lo si apprende per trasmissione culturale: e invece di supporre che furono i neri a insegnare lo swing ai bianchi, dobbiamo affermare che furono gli africani a risvegliare negli europei e negli americani una memoria espressiva rimasta sepolta per secoli. Il fattore scatenante fu il contatto culturale, che naturalmente è più o meno efficace a seconda delle condizioni di partenza. Ad esempio i primi a imparare gli stili espressivi della corporeità rilassata dagli ex schiavi furono gli italoamericani di New Orleans, in particolare gli immigrati dall’Italia meridionale. Accadde con sorprendente rapidità, nel giro di pochi anni, perché in loro era ancora viva la memoria culturale di un Mediterraneo africano.

Nick La Rocca e Leon Roppolo sono la dimostrazione che chiunque può suonare il jazz se entra in contatto con l’ambiente giusto. E non è solo questione di contatti diretti: basta l’ascolto di un disco a risvegliare la memoria culturale e, nei musicisti più predisposti, a raggiungere rapidamente la padronanza del linguaggio. È così che il jazz ha invaso in un baleno l’Europa. Un’occhiata alle date consente di rendersi conto del suo effetto incendiario: nel 1918 l’Original Dixieland Jazz Band incise “At the Jazz Band Ball”, uno dei primi dischi di jazz; nel 1919 a Milano l’Orchestra del Trianon diretta da Nicola Moleti suonava discretamente quello stesso pezzo. Nel 1926 l’orchestra berlinese di Julian Fuhs, il quale aveva vissuto qualche anno negli Stati Uniti, swingava a ritmo di charleston con intensità e precisione idiomatiche pari a quelle delle migliori orchestre americane (si mettano a confronto Charleston suonato da Paul Whiteman e Kannst du Charleston, Tanzt du Charleston dell’orchestra di Fuhs). Nei primi anni Trenta l’Orchestra Jazz Columbia diretta da De Risi dispensava da Torino i migliori esempi di jazz orchestrale del continente (per convincersene si ascolti Okay Baby, 1931). E a metà degli anni Trenta in Francia già splendeva la stella di Django Reinhardt, non a caso proveniente da una cultura dell’oralità come quella zigana. Negli anni Cinquanta il pianista Umberto Cesàri e il sassofonista svedese Lars Gullin suonavano nell’idioma moderno con maggiore originalità e profondità di molti musicisti neri americani: per convincersene basta ascoltare Begin the Beguine del Trio di Roma e Manchester Fog di Gullin. Dagli anni Sessanta il jazz in Europa ha acquisito una sua totale autonomia, esprimendo giganti del calibro di Martial Solal, Krysztof Komeda, Evan Parker, Alex von Schlippenbach, Hampden Black Top Men's Sperry Slip Venetian On 10 Sider US Loafer Black M q8tx8A1, mentre un’intera generazione di musicisti innovatori giungeva dal Sudafrica. E chi oggi volesse ascoltare un jazz di livello creativo superiore dovrebbe partire proprio dall’Italia.

Per riassumere: il linguaggio del jazz è nato nella comunità afroamericana, ma è stato rapidamente assimilato in molte altre parti del mondo. Gli americani non ne hanno l’esclusiva e i capolavori si producono indipendentemente dalla nazionalità e dal colore della pelle. Il jazz è un linguaggio complesso radicato in una cultura orale e corporea con la quale possiamo imparare a riconnetterci, che quindi può essere insegnato e appreso per raggiungere una consapevolezza che abbraccia in un’unica sintesi l’oralità e la scrittura.

I segreti del jazz – Guida all’ascolto di Stefano Zenni
Collana New Jazz People
Derby Uomo Blu Baltic 8045 Stringate 948 Jomos Jeans Scarpe Navy Rallye
Con CD allegato
328 pagine
ISBN: 978-88-6222-007-1